I passi di Marta

Un viaggio a piedi attraverso l’Italia, il dolore per la più grande perdita trasformato in un messaggio di speranza.

Il 18 febbraio terminerà il viaggio di Christian Cappello, partito il 2 aprile scorso, data in cui sarebbe dovuto nascere il piccolo Leonardo, che, purtroppo, non è mai uscito dalla sala parto, assieme alla sua mamma Marta.
Compagni di vita e di viaggio da diciassette anni, si erano ripromessi di percorrere l’Italia a piedi per raccogliere fondi per i bambini malati di fibrosi cistica, e dopo la disgrazia Christian ha deciso di onorare la memoria di Marta e Leonardo proprio rendendo reale questo cammino, dando vita al progetto a lei intitolato: Marta4kids.

È partito da Bassano del Grappa, e tra poche ore vi farà ritorno, dopo 325 giorni e circa 4600 chilometri percorsi. Ad oggi ha raccolto poco più di 100 mila euro, 60 mila dei quali sono già stati devoluti al IERFC Onlus, il centro europeo di ricerca sulla malattia.
Durante il suo viaggio a piedi si è anche fermato in ventidue ospedali che ospitano malati di fibrosi cistica, per visitare i bambini ricoverati e regalargli amicizia e uno dei suoi sorrisi straordinariamente forti.

Da solo, ma mai solo. In ogni paese attraversato ha trovato accoglienza e ospitalità da parte di qualcuno fino ad allora sconosciuto, che si è offerto di aiutarlo mediante un pasto caldo e un letto pulito e asciutto. Qualcun altro si è offerto di organizzare cene e serate di beneficenza per la raccolta fondi, qualcun altro ancora ha preparato gli scarponcini ed ha deciso di accompagnarlo sulla strada per un tratto più o meno breve.

Un lungo viaggio d’amore, per mostrare attraverso i suoi occhi a Marta e Leonardo il volto migliore dell’Italia: quello della solidarietà e dell’impegno.

 

La storia di Christian prosegue sul suo sito e sulla sua pagina di facebook 

Martina Fabbri