Da Londra a Londra andata e ritorno, via Australia.

Avete mai avuto un sogno, qualcosa che avreste sempre voluto fare? Blanca lo aveva, e due anni fa ha deciso di inseguirlo.
Nata nei Paesi Baschi, figlia di lavoratori migranti che sfuggivano dalla povertà prevalente nel resto della Spagna a seguito della guerra civile, dopo essersi recata a Londra, nel 1980, per imparare l’inglese, non è mai più tornata indietro.
La sua vita, successivamente alla stabilizzazione in Inghilterra, è stata tutt’altro che monotona: ha vissuto in India, ha scalato le montagne di Nepal, Ecuador e Africa, ha preso parte ad incredibili sfide fisiche, ha percorso per l’intera lunghezza la Spagna, la Francia e le isole Ebridi.
Ha sperimentato il mondo, ma le era rimasto un sogno, il primo: fare un lungo viaggio in sella ad una bicicletta. E nel giugno del 2015 ha iniziato a pedalare.
La sua tabella di marcia prevedeva di partire e tornare a casa, a Londra, e sulla strada esplorare questo meraviglioso pianeta. Vivendo culture differenti, incontrando persone diverse, raggiungendo le vette in piedi sui pedali. Senza piani fissi, senza impegni prestabiliti o orari da rispettare. Solo Blanca, la sua bici, e la strada di fronte a loro.
Dopo quasi un anno di viaggio in solitaria, dopo aver passato un mese in Turchia, attraversato Iran e Cina, in Pamir, ha conosciuto il vero significato di “verde”, sinonimo di vita, e pedalando ha iniziato a pensare a come poter trasformare il suo giardino di Londra, per renderlo un ricordo costante dei suoi viaggi: quale pianta sarebbe capace di sopportare il rigido clima inglese e quale potrebbe usare come alternativa per le altre che non saprebbero ambientarsi?
Contemporaneamente, le è arrivata la notizia della vittoria referendaria della Brexit, e il pensiero di non sapere cosa la aspetterà una volta rientrata sull’isola la spaventa, tramutandosi a tratti in una nube tempestosa che opprime la strada da percorrere. Ma ancora una volta ha deciso di non lasciare che l’angoscia per un futuro incerto possa oscurare il suo sogno, come non ha mai permesso a niente di fermarla nel corso della sua vita.
In Laos è stata raggiunta da Karen, un’altra cicloviaggiatrice all’avventura. Ne sono seguite otto settimane di ciclismo, risate, campeggio ed esplorazione. In Thailandia si sono separate, Karen è tornata in Regno Unito, mentre Blanca ha continuato verso Bangkok.
Oggi Blanca è a poco più di metà strada, l’Australia non è lontana, e Londra continua ad aspettarla, un giorno, quando deciderà di tornare.

Potere seguire il resto del suo viaggio cliccando qui

Martina Fabbri