CA10 - Tappa 05- Da Camaldoli a Biforco

Oggi prevediamo una tappa tranquilla, non sappiamo in realta' cosa ci
aspetti.

Monica ci ha preparato la colazione per le sei e mezza, dobbiamo dividerci l'unico bagno, e nell'attesa del nostro turno andiamo a visitare un castagno secolare nei pressi del rifugio.

Caffe' al bar di Camaldoli prima di attaccare la prima lunga salita in una silenziosa fila indiana. In una radura in mezzo alla foresta troviamo un piccolo delizioso bivacco in pietra, dove tre ragazzi a cavallo hanno passato la notte e stanno consumando la colazione.

Due chiacchere, le foto di rito, e via di nuovo verso Badia Prataglia. Come ci era gia' successo a Portico di Romagna nella seconda tappa, all'arrivo in un centro abitato ci attardiamo, distratti dalla civilta' e dal consumo: giornalaio, farmacia, bar, e i vari negozi di alimentari sono tentazioni troppo forti anche per 'forestieri' ormai incalliti.

Dopo il pranzo in quello che scopriamo essere il piu' antico arboreto d'Italia, in cui spicca per altezza ed esotismo una Sequoia, ripartiamo alla volta di Biforco, con un ritardo e una flemma che pagheremo alla fine della tappa.

Infatti il saliscendi vero Frassineto e la discesa verso Rimbocchi, si rivelano molto piu' impegnativi del previsto, e siamo gia' in ritardo quando, ingannati da un segnale troppo evidente per farci venire dubbi, non ci accorgiamo di sbagliare strada e iniziare la tappa successiva, ovviamente in ripida salita.

Quando, grazie al GPS, mi rendo conto dell'errore, abbiamo gia' percorso un dislivello importante. Sbagliare strada e' sempre sgradevole, ma quando succede alla fine di una tappa faticosa il morale crolla sotto le suole degli scarponi.

Torniamo mestamente sui nostri passi, per affrontare una nuova salita lungo il versante opposto della valle, e raggiungere, distrutti, il rifugio.

L'accoglienza come al solito e' festosa, la signora Rossana e sua figlia Viola ci aspettano in quella che un tempo era la casa della nonna, dove regna un'atmosfera vintage che ci mette subito a nostro agio.