Il racconto di viaggio dell'Etruscan Trail

Ecco il diario di viaggio dell'Etruscan Trail Trekking di Gianfranco Bracci corredato dalle riflessioni dello scrittore Marco Parlanti: insieme a 21 partecipanti hanno percorso l'antica via del ferro, alla scoperta della strada che, 2500 anni fa, collegava Camars a Kainua, le odierne Prato e Marzabotto. Qui gli escursionisti hanno concluso il viaggio partecipando al "Festival Kainua", la festa della "città nuova": tre giorni di storia, cultura e rievocazioni dedicati alla civiltà etrusca e gallica.

L'Etruscan Trail Trekking ha previsto cinque giorni di cammino per un totale di 84,2 chilometri e ben 2.387 metri di dislivello totale in salita; i partecipanti hanno attraversato selciati etrusco-romani che univano Pisa a Spina (Comacchio) per poi scendere fino a Marzabotto, a due passi da Bologna per ammirare gli scavi ed i tesori conservati nel museo.

Il viaggio ha avuto inizio da Gonfienti il 22 giugno alle 9 ed è proseguito in direzione di San Piero a Sieve, dove si è conclusa la prima tappa. Il 24 giugno dal Passo della Futa hanno proseguito in direzione della Madonna dei Fornelli, per raggiungere poi, il 25 giugno, il Monte Sole.
Il 26 giugno sono scesi fino a Marzabotto per partecipare al "Festival Kainua": non solo festa di rievocazione con un corteo in costume ed una battaglia, ma una vera esperienza immersiva e ricca di eventi culturali.