Il giro del lago di Cancano con la tecnica del nordic walking

Lasciata l'auto al parcheggio sovrastante il Lago di Cancano dalla acque assolutamente opache ma turchesi, si scende alla spettacolare diga che si affaccia sull'Orrido della strapiombante Valle di Fraele. La si attraversa e salendo, prima di giungere al Ristoro Solena, si prende sulla sinistra una pista con segnavia che in breve diventa strada sterrata chiusa al traffico. Tenendosi un po' sopra il lago, sempre in posizione panoramica, la sterrata lo costeggia, offrendo scorci paradisiaci su alcune spiaggette sottostanti e sulle montagne che corcondano il grande specchio d'acqua. Alcuni saliscendi conducono ad attraversare dei torrenti ed a lambire delle vecchi tunnel prima di raggiungere il Rifugio Val Fraele e scendere ad attraversare la diga che divide i due laghi di Cancano e San Giacomo. Una breve risalita conduce al versante opposto dove si prende la strada (talvolta aperta al traffico veicolare) che riconduce al parcheggio dove avevamo lasciato l'auto, permettendoci una berlla visione sulle montagne che sorgono al confine con la Svizzera.

Tempo di percorrenza: ore 3.0
Dislivello in salita 50 m
Difficoltà: E
Itinerario facilissimo, particolarmente adatto al nordic walking, consigliato a famiglie ed anziani in buona salute.
Accesso in auto: da Isolaccia Valdidentro si prende per Bormio fino a che non si trovano le indicazioni per le Torri di Fraele (obbligatoria la sosta a queste torri medievali poste in luogo panoramicissimo) e Laghi di Cancano. Dopo 9 km si giunge, con vari tornanti molto panoramici, ai 1950 m dei Laghi di Cancano, punto di partenza dell’itinerario.


Per organizzare ogni servizio in loco consiglio vivamente la gentilezza di Clara Gurini che vi aiuterà e consiglierà con competenza:
Valtourist Exclusive Service
Via Cima Piazzi, 58
23038 Semogo Valdidentro (SO)
info@valtourist.it
www.valtourist.it