L'Appennino non è una passeggiata, di R. Carnovalini

Andare da un capo all’altro dello spartiacque italiano è stata un’impresa.La complessità orografica, i sentieri abbandonati, i dislivelli ci hanno messo alla prova. Sentieri che hanno visto le greggi, i carbonai e il traffico delle merci prima, vanno rinaturalizzandosi, cioè se li mangiano le specie infestanti.

Alla fine sono stati 100 mila i metri di dislivello in salita per percorrere gli Appennini dalla Calabria alla Liguria.

Un luogo speciale: il Monte Miletto, la vetta più alta dei monti del Matese. Divide la Campania dal Molise. E’ una montagna che non ha nulla da invidiare ai massicci più celebrati delle Alpi. Dolomiti del sud? Guardare per credere.

https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/blog/RiccardoCarnovalini/lappennino-non-e-una-passeggiata/&src=sdkpreparse

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria