Gamba in spalla

Roberto ed il suo www.robydamatti.it schiudono una porta sulle cose davvero importanti.

Leggendo delle sue avventure, parola dopo parola, ci si ritrova a sognare di poter essere migliori. Di trovare dentro sé stessi la medesima forza che lui è riuscito a sprigionare. Di non cedere mai alla tentazione di arrendersi.

Un giro in moto, una curva troppo veloce e Roberto sei anni fa ha perso la gamba destra dal ginocchio in giù.

Dopo l’incidente ha deciso di lottare per riprendere le redini della sua vita, e ha trovato nello sport la maniera per farlo.

Boxe e atletica, ma la mancanza degli spazi aperti era una presenza costante.

Un amico lo ha convinto a cimentarsi nel trekking, e Roberto vi ha potuto scovare la sua nuova passione.

Da allora è inarrestabile.

Assieme ad un paio di amici ed alla soddisfazione di avercela fatta da solo, nonostante la sforzo fisico, il dolore alla gamba che non c’è più e la fatica mentale, ha portato a compimento undici imprese. Arrivando sempre in cima, plasmando la superficie terreste nella forma dei suoi sogni, attraverso il battere determinato delle sue scarpe da tennis.

Riempiendosi gli occhi e il cuore del verde delle montagne e del rosso caldo della sabbia del deserto, passando per il profondo blu tentatore del mare. Del bianco della neve.

 

 

Martina Fabbri