Un piccolo viaggio lungo i grandi itinerari della Liguria

Un viaggio-evento alla scoperta di due tra gli itinerari più belli del ponente ligure: Area24, definita la ciclabile più bella d’Europa, e il Sentiero Liguria, asse portante dello slow tourism della regione

Il “turismo slow” in Liguria non è certo una novità: i sentieri delle Cinque Terre compaiono ormai da anni nelle riviste di tutto il mondo tra i luoghi in cui camminare una volta nella vita, e Finale Ligure è una delle destinazioni predilette dagli appassionati di mountain bike di mezza Europa. Ma il territorio ligure, e in particolare l’entroterra con i suoi meravigliosi borghi bandiera arancione, borghi più belli d’Italia, hanno un potenziale di crescita enorme: la rete escursionistica ligure è vastissima, migliaia di chilometri di sentieri che consentono di scoprire un territorio vario e meraviglioso, benedetto da un clima mite e da panorami spettacolari sul mare, ove peraltro si insediano incantevoli borghi marinari.

La Regione Liguria da tempo sostiene lo sviluppo del turismo a piedi e in bicicletta come modalità ideale per allungare la stagione turistica e valorizzare l’entroterra. Il sito Beactive Liguria (www.beactiveliguria.it)  raccoglie gli itinerari, le proposte turistiche e le strutture di accoglienza che hanno scelto di investire in un settore che cresce a due cifre ogni anno. Assi portanti della proposta turistica “slow” della Liguria sono due percorsi che attraversano la Regione: il “Sentiero Liguria” e la CicloVia Tirrenica.

Tramite il portale dedicato www.lamialiguria.it e i relativi #, ulteriori suggestioni per l’entroterra e i borghi vengono offerte ai turisti.

Lo sviluppo del turismo e della mobilità “dolce” sono i principali obiettivi del progetto europeo INTENSE, in cui la Regione Liguria, Turismo,  collabora con Toscana (capofila), Sardegna, ed altri partner francesi di Corsica (Bastia, Aiaccio) e PACA (Provenza, Alpi e Costa Azzurra) per individuare e gestire in forma integrata un sistema di itinerari turistici sostenibili, per promuovere il turismo ciclabile ed escursionistico.

Nell’ambito del progetto INTENSE la Regione Liguria, per tramite di Agenzia inLiguria, organizza  una serie di iniziative per la promozione degli itinerari che attraversano il territorio, mirate sia allo stimolo dell’incoming sia alla comunicazione del potenziale di questo tipo di turismo verso le comunità, gli operatori e le amministrazioni locali. A tale scopo ItinerAria (www.itineraria.eu), azienda specializzata nella valorizzazione del turismo slow ha ricevuto l’incarico di organizzare un viaggio-evento, per raccontare attraverso diversi media la bellezza del ponente ligure, dei suoi sentieri e dei suoi borghi.

Dal 17 al 19 Maggio un gruppo composto da comunicatori, blogger, videomaker e giornalisti di viaggio ha percorso alcuni tratti degli itinerari a piedi e in bicicletta nella zona compresa tra Ventimiglia e San Lorenzo a Mare, raccontando “in diretta” l’esperienza sui social network e raccogliendo materiale fotografico, video e spunti per la scrittura di articoli che nelle prossime settimane contribuiranno alla promozione del territorio imperiese.

Nella prima giornata il gruppo ha percorso la ciclabile del ponente ligure, Area24, un’opera definita dalla stampa francese “La più bella ciclabile d’Europa”. 24 chilometri di pista ciclabile su sede propria ottenuta dal recupero delle vecchia ferrovia che correva accanto al mare, con viste spettacolari sulla riviera e lunghe gallerie completamente recuperate e illuminate, e talvolta valorizzate come nel caso del museo dedicato alla Milano-Sanremo, nella galleria tra Ospedaletti e Sanremo.

Altri due giorni sono stati dedicato al Sentiero Liguria, nel tratto che unisce Taggia con Perinaldo e Dolceacqua, con un “detour” ad Apricale, che presto sarà unita al percorso tramite una variante, che costituirà uno degli otto itinerari turistici sostenibili previsti da INTENSE. La scoperta “a passo lento” dei quattro borghi ha donato ai giornalisti le emozioni più belle, e gli spunti più interessanti per raccontare una Liguria inedita e a tratti inaspettata.

I funzionari della Regione e dell’Agenzia inLiguria hanno partecipato attivamente al viaggio, accompagnando il gruppo nelle tre giornate e partecipando all’evento finale, l’incontro con gli amministratori e gli stakeholders locali presso il municipio di Dolceacqua, in cui Elena Magni, dirigente del Servizio Professioni e progetti turistici ha portato i saluti dell’Assessore al Turismo Giovanni Berrino, e ha presentato il progetto, e lo staff di ItinerAria ha sensibilizzato i presenti sull’altissimo potenziale dello sviluppo del turismo slow nella zona. L’evento è stato trasmesso in diretta su Facebook, ed è disponibile la registrazione sulla pagina del Movimento Lento.

Nelle prossime settimane lo staff di ItinerAria, e i blogger e i giornalisti che hanno partecipato al viaggio-evento proseguiranno l’attività di pubblicazione del materiale video e fotografico raccolto durante il viaggio, che verrà distribuito tramite i canali del Movimento Lento. Stay tuned!

Alberto Conte