In bici sulle ex-ferrovie

FIAB, in bici sulle ex ferrovie, tutto su Speciale quiTouring
Il fascicolo monografico annuale del TCI dedica 9 pagine al volume FIAB"Dalle rotaie alle bici"”, 2011

Giusto appena in tempo per convincere, si spera, molti e sempre più italiani ad usare la bici per andare questa estate in vacanza,  è in edicola lo Speciale quiTouring ITALIA in BICI, 2012, fascicolo monografico annuale del TCI, quest’'anno dedicato appunto tutto alle due ruote ad energia muscolare.

176 pagine ricche di informazioni e consigli sul mezzo, le attrezzature e dove andare a pedalare, ma anche a dormire e a mangiare, in giro per l'’Italia. Non solo d'’estate ma anche durante tutto l’'anno, fra i più bei itinerari ciclabili da nord a sud, da est a ovest dello stivale, comprese le due isole maggiori.

"Fra tanta accurata attenzione verso la mobilità ciclistica - dichiara Umberto Rovaldi, responsabile FIAB infrastrutture ex ferrovie - vi sono anche 9 pagine, da p.73 a p. 81, dedicate alle ciclabili realizzate sui sedimi delle ferrovie dismesse, presentate come occasioni uniche per esplorare territori dimenticati del nostro paese".

Nella parte introduttiva, per saperne di più su ex ferrovie e loro recupero, il servizio di Speciale quiTouring rimanda il lettore al libro "“Dalle rotaie alle bici”", FIAB 2011. Precise indicazioni sono riportate su come ordinare il volume (tramite il sito fiab-areatecnica e i recapiti della sede FIAB di Mestre).

Pubblicate inoltre note e considerazioni dei curatori del libro, Giulia Cortesi e Umberto Rovaldi, riguardanti anche gli ultimi sviluppi. In particolare riferiti a:
- ciclovia della Riviera Berica ricavata dal recupero dei 30 km. di ex-ferrotramvia Vicenza-Noventa V. inaugurata poco più di due mesi fa;
- ciclovia Treviso-Ostiglia e recupero della Aulla-Santo Stefano Magra-Sarzana della linea Parma-La Spezia, tanto atteso per favorire il miglioramento delle condizioni di ciclabilità e dunque di attrattività della Francigena in bici EV5 e della nuova ciclovia Ti-Bre_dolce (Verona-Parma-Livorno, promossa con la Bicistaffetta FIAB 2012);
- Tirrenica BI16, nel tratto transitante in Val Magra e Lunigiana.

Seguono tre schede molto dettagliate e ben descritte su altrettante rail-trails italiane di grande richiamo e fascino: la ciclovia veneta delle Dolomiti, la ciclabile ligure del Parco costiero Riviera dei fiori, e l’'AlpeAdria in Friuli (su cui pedalerà la Bicistffetta FIAB 2012)  

"Insomma - conclude Rovaldi - un piccolo ma significativo tassello di buona visibilità, tramite il libro “"Dalle rotaie alle bici”", offerto a FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, dal Touring Club Italiano, in una delle pubblicazioni più rappresentative della sua tradizione editoriale di alta qualità e diffusione, quel quiTouring in continua evoluzione e sempre più attento al mondo in bici, quello stesso mondo da cui l’'associazione italiana di amanti del viaggio ha avuto origine più di un secolo fa quando appunto prese a chiamarsi Touring Club Ciclistico Italiano".

Fonte: Federazione Italiana Amici della Bicicletta