Sentieri Peregrini, il labirinto dinamico più grande del mondo

Un labirinto, per definizione è una stuttura costruita in modo tale che risulti difficile per chi vi entra trovare l'uscita. E' considerato per eccellenza il simbolo del camminatore ed è indubbio che chi entra in un labirinto non vi entra solo fisicamente: "il labirinto evidenzia, nella sua stessa forma figurale, quell’itinerario mentale che ha accompagnato l’uomo nella storia e nel suo tortuoso cammino di conoscenza.”.

Partendo da un gioco di famiglia nel 2007, l'Azienda Agricola Galassi Carlo ad Alfonsine in provincia di Ravenna ha creato il primo labirinto/land-art realizzato all’interno di un grande campo di mais (70.000 mq). Da quell'anno in avanti è stato un susseguirsi di disegni geometrici inizialmente home made, e a partire dal 2010 con il supporto tecnico e progettuale dell'artista geomantico Luigi Berardi, all'interno delle quali le persone si possono perdere, e ritrovare, lungo i sentieri disegnati tra le piante. 
Quest'anno il tema è "Sentieri Peregrini" e i visitatori hanno la possibilità di muoversi all'interno del più grande labirinto dinamico del mondo. L'ideatore spiega in questo modo questo nuovo concetto: "(...) Verità è che in questo labirinto 2016 la peregrinazione sarà impedita, spingendovi a scelte: “porte” chiuse da aprire o “porte” aperte da chiudere al vostro passaggio, condizionando il vostro procedere e quello degli altri viandanti.".

Sarà possibile visitare l'installazione fino al 20 settembre.
Per ulteriori informazioni, visita il sito.