Se non visualizzate bene questo messaggio cliccate qui
 
  Il Movimento Lento

Newsletter
per chi viaggia senza fretta
a piedi e in bicicletta

 
 
 
 
Le feste natalizie si avvicinano a grandi passi, e rischiano come di consueto di fagocitarci, costringendoci spesso ad acquisti inutili.
Quest’anno vi proponiamo di mettere sotto l’albero un dono originale, fatto di cultura, condivisione, sobrietà e cammino: “Un Appuntamento Lento”, che potrete scegliere nel programma di seminari e corsi che si svolgono nella nostra cascina lungo la Via Francigena, dedicati a chi ama viaggiare a piedi e in bicicletta.
Il programma del 2012 è in via di definizione: ripeteremo i “classici”, come il corso di orientamento a vista dell’esploratore-filosofo Franco Michieli, il corso GPS di Federico Carli Giori,  il "cammino profondo" di Luca Gianotti, ma stiamo preparando numerose novità, tra cui un inedito corso dedicato alle famiglie con bambini, che vogliono mettersi in cammino con gli asinelli di Massimo Montanari.
Il programma è in parte già pubblicato, ed entro l’anno presenteremo i nuovi corsi.
Se volete regalare un po’ di lentezza a una persona a cui volete bene, potete acquistare un buono per un "Natale in Movimento Lento", che prevede il contributo per la frequentazione di un appuntamento lento a scelta. Il buono consisterà in un bel biglietto d’auguri, che vi spediremo a domicilio e che potrete personalizzare prima di metterlo sotto l’albero.
Il destinatario del vostro regalo potrà scegliere l’Appuntamento Lento che più gli piace, nel periodo che preferisce. Infatti i corsi del 2012 si ripeteranno più volte da Febbraio a Ottobre.
Leggete il programma provvisorio dei corsi e scriveteci per conoscere i dettagli sull’iniziativa!


Alberto Conte

Il blog

L'arte di camminare, di Alberto Conte

Sfogliando l’edizione del sabato de La Repubblica, ho avuto un sussulto: “Camminare ci migliora”, recitava un titolino in prima pagina, che rimandava a un ben più corposo approfondimento nella sezione culturale: ben tre pagine dedicate al camino, con una lunga intervista all’attore Viggo Mortensen, che per l’occasione si è scoperto essere anche “pittore, musicista, filosofo, poeta”, e… camminatore. A parte lo spazio “monumentale” dedicato all’argomento, mi ha colpito molto lo spirito con cui si è affrontato il tema del camminare, perfettamente affine alla filosofia del Movimento Lento. Conclusa la lettura della lunga intervista di Arianna Finos all’Aragorn del Signore degli anelli, mi sono dedicato all’articolo di Benedetta Tobagi, secondo cui “camminare è liberatorio perché aiuta a risintonizzarsi con il proprio ritmo interno”, e invita chi cammina in città a guardare per aria, per scoprire le sommità dei palazzi. Ma il piatto forte è il breve pezzo in cui Paolo Rumiz descrive in modo magistrale la magia di un viaggio a piedi, dal primo giorno, in cui “ti senti stupido e miserabile di fronte ai viaggiatori veloci”, al sesto, in cui ti “passa completamente la voglia di tornare”. [...]

La nascita, di Carla De Bernardi

L’agnellino è nato alle 18,15 del 29 settembre, festa di San Michele Arcangelo, patrono delle grotte e delle sorgenti, nella piana di Peltuinum, città fondata dai Vestini e ricostruita dai Romani. La sua culla di terra è tra le antiche rovine di un teatro augusteo, di un tempio dedicato ad Apollo e di mura crollate da secoli. Il gregge del pastore Amedeo-camicia a scacchi bianchi e blu, cappello con visiera, sopracciglia nere come brace, una busta di tabacco Drum nel taschino, barba grigia a larghe onde-procede placido verso l’ovile. Tra le pecore bianche- siciliane, merinizzate e sarde (diverse tra loro per l’altezza e per la lunghezza delle orecchie e della lana) spiccano le rare teste di quelle nere, delle quali si dice che rendano più facile la conta. Trecento le pecore gravide, racconterà a sera Amedeo davanti a un bicchiere di Trebbiano. [...]

Il cammino di Santiago, di Fabio Castano
Lentissimi, infiniti, distanti. Gli ultimi chilometri prima di arrivare a Santiago ti sembrano così. Qualcosa di particolare da vivere. Si iniziano a vedere tracce dell’abitato lontano, che si avvicinano sempre più. Ti sembra di camminare in un’altra dimensione, i suoni sono ovattati come in una giornata di neve. Solo che qui c’è un sole pallido. E tu stai arrivando: per davvero. Entri in città, finalmente. Ti guardi le scarpe sporche di polvere rossa, i muscoli delle gambe tesi negli ultimi scatti in avanti. Percorri tra la gente che va al lavoro gli ultimi metri in asfalto. Per loro è una normale giornata grigia. Per te è un grigio speciale quello che ti circonda, di una giornata che rimarrà con te. Una giornata da raccontare. [...]

Leggi tutti gli articoli del blog


Le notizie

A Siena la vecchia ferrovia diventa una pista ciclabile

Sette chilometri di pista ciclabile sul tracciato della vecchia ferrovia che univa Colle di Val d'Elsa e Poggibonsi. Il vecchio tracciato, in disuso dal 1987, torna a vivere e a essere a disposizione delle comunità locali sotto forma di percorso ciclo-turistico. L'intervento è stato inaugurato e ufficialmente aperto alla città sabato 19 novembre, e rappresenta uno dei primi lavori conclusi fra quelli finanziati dalla Regione Toscana attraverso i fondi comunitari Por Creo destinati ai Piuss (Piani integrati di sviluppo urbano sostenibile) nonchè l'opera centrale del Piuss ''Città di Città AltaValdelsa''.

Il "Cammino di Marcella" diventa un libro

Un viaggio a piedi lungo oltre 1500 chilometri da Sarzana (SP) a Colle du Somport (F), nei pressi di Lourdes, in oltre sessanta tappe per parlare di come la disabilità possa non diventare handicap grazie allo sport e all’arte: è questo, in pochissime parole “Il cammino di Marcella”. Anna Maria Rastello, madre di Marcella disabile a causa di un incidente, è partita il 26 febbraio 2011, con lo zaino in spalla ed un bel progetto da realizzare, ed è arrivata a Lourdes il 9 maggio, attraverso un cammino ricco di incontri, paesaggi ed emozioni. Il libro è il diario di viaggio del “Cammino di Marcella”. La prefazione è di Giovanna Rossiello, giornalista del Tg1. Ali&no Editrice, 15.00 euro.

Dolomiti di Brenta Trek

Dolomiti di Brenta Trek” un nuovissimo itinerario trekking disegnato tutto intorno al Gruppo delle Dolomiti di Brenta e immerso nel cuore di uno dei più selvaggi e autentici parchi naturali d’Italia: il Parco Naturale Adamello Brenta. Il “Dolomiti di Brenta Trek” (DBT) è un tracciato ad anello dedicato all’escursionismo che va ad abbracciare nel modo più ampio possibile il Gruppo di Brenta. Si rivolge a due differenti target di camminatori. Il percorso “expert” è pensato per gli escursionisti esperti delle vette e ben allenati, per coloro che vogliono vivere la montagna al 100% e hanno voglia di provare l’esperienza del soggiorno in rifugio in alta quota, mentre il percorso “country”, è dedicato alle famiglie, a chi ama assaporare la montagna più dolce e camminare senza rinunciare alla comodità.
Clicca qui per maggiori informazioni

TREKinTREC
Sabato 3 e domenica 4 Dicembre 2011, sarà possibile scoprire le Cime più belle del Parco Nazionale d'Abruzzo alla scoperta del Camoscio d'Abruzzo gustando cibi di qualità, accompagnati dalle guide del Parco.
Clicca per maggiori informazioni

Leggi tutte le news

Leggere con lentezza

Camminare, di H.D. Thoureau

Un saggio breve, folgorante, sul ritorno dell’uomo civilizzato alla forza accecante della natura. Per Thoureau l’atto di camminare è il rito per riassaporare il proprio essere puro e originario. Stai camminando, come dice Thoureau, lontano da maschere e pregiudizi. Lontano da classi sociali, ideologie apparenti, idee o strumenti tecnologici. Sei circondato dal codice primario con cui la vita è scritta e nelle vene senti un’energia sottile che torna a fluire. Sei sveglio di nuovo. Vivo. «Se sei un uomo libero, allora sei pronto a metterti in cammino». E il cammino può essere il giro del mondo o molto più breve, fino al piccolo bosco di querce dietro casa. Il cammino è personale, soggettivo, dettato a ognuno dal proprio cuore e dalle proprie sensazioni. Il cammino non è inteso come uno spostamento spaziale: ma come uno spazio enorme che si viene a creare in noi, pronto ad accogliere, sognare, vivere, esperienze diverse e impreviste. Mondadori, 7.50 euro.


I Viaggi

Capodanno in Alta Langa - dal 28 Dicembre all'1 Gennaio

Una valle raccolta, dolci pendii, il Belbo poco più di un ruscello che serpeggia tra i campi: la minuscola frazione di San Giovanni Belbo è, in Alta Langa, uno dei luoghi più appartati e lontano dal clamore dei festeggiamenti. Se nevica, il silenzio è totale, il cielo di notte, buio assoluto o splendore di luna, che a Capodanno sarà al suo primo quarto. I paesi vicini, Mombarcaro, Saliceto, Sale San Giovanni, sono appena al di là del crinale, invisibili. Si raggiungono però facilmente a piedi attraversando i boschi più belli delle Langhe, dove i faggi lasciano intendere che l’Appennino è prossimo.

Visita il sito web della Compagnia dei Cammini e leggi il calendario completo dei viaggi.


Diari di Viaggio

Cacca di cavallo, resoconto di un viaggio sulla via Francigena del Sud

"Ci siamo svegliati presto, come al solito, e siamo scesi a fare colazione. Eravamo un po’ in anticipo rispetto all’orario pattuito la sera prima con Fabio, il gestore del Bed & Breakfast, ma l’abbiamo trovato già pronto a servirci le nostre colazioni e ad accompagnarci successivamente al Ceppeto. Eravamo un po’ in pensiero per i cavalli, era la prima volta che li mettevamo insieme in un paddock, anche perché Macchia è un cavallo intero e quindi, per sicurezza, avevamo sempre evitato fino ad oggi. Li avevamo lasciati la sera precedente che sembravano due vecchi amici ad un pub ma, sai con i cavalli non puoi mai fidarti al cento per cento, e così eravamo ansiosi di vedere cosa avevano combinato. Li abbiamo trovati uno accanto all’altro che guardavano verso di noi come per dire: “Beh, non vi pare un po’ tardi per darci da mangiare?” Abbiamo subito provveduto a dargli la meritata razione di mangime e fieno e poi abbiamo iniziato a preparare le nostre cose per il viaggio." Leggi il diario della terza giornata di viaggio


La Casa del Movimento Lento

Appuntamenti lenti - seminari e corsi

Oltre ai corsi già programmati, ne stiamo preparando altri, tra cui uno dedicato alle famiglie con bambini che vogliono imparare a viaggiare con gli asinelli. Tenete d'occhio il nostro sito: www.casa.movimentolento.it

I prossimi seminari e corsi:

10-12 febbraio: Diventare esploratori, imparare a perdersi e ritrovarsi sulla Terra (Franco Michieli)
Un grande geografo ed esploratore ci aiuta a riscoprire le facoltà umane di orientamento, e gli infiniti elementi naturali che permettono a uomini e animali di viaggiare sulla terra, nell'acqua e nell'aria senza bisogno di strumenti artificiali, ritrovandosi sempre.
Il videoracconto del seminario "Diventare Esploratori" del 13-15 Maggio 2011

24-26 febbraio: Tecnologia in cammino, corso di base per l’uso del GPS lungo i sentieri (Federico Carli Giori)
Per chi desidera utilizzare il GPS e le banche dati disponibili sul web per l’orientamento e per la pianificazione delle escursioni e dei viaggi a piedi e in bicicletta, e per gli operatori turistici che vorrebbero utilizzare le tecnologie geografiche per valorizzare il loro territorio.
Il videoracconto del corso "Tecnologia in Cammino" del 25-27 Febbraio 2011

2-4 marzo: Parole in cammino, cantiere di narrazione (Giovanni Balzaretti)

Un grande “camminAttore”, regista, pedagogo, ci rivela i segreti della narrazione, e ci spiega la loro utilità lungo il cammino, e nella vita di tutti i giorni.
Il videoracconto del seminario "Parole in Cammino" del 1-3 aprile 2011

23-25 marzo: Il cammino profondo, corso di camminate consapevoli e meditative (Luca Gianotti)
Un seminario per approfondire gli aspetti terapeutici del camminare, provando alcuni esercizi di camminate dell’attenzione, camminate consapevoli, meditazioni camminate.
Il videoracconto del seminario "Il cammino profondo" del 18-20 Marzo 2011

Visita il sito e contattaci per informazioni o diventa nostro fan su Facebook 


Viaggiare con lentezza lungo le antiche vie

Strutture ricettive: Monteriggioni scrive alla Regione

Il Comune di Monteriggioni prepara la gara per la gestione dell’ostello da 12 posti letto ubicato nella frazione di Strove ed intanto scrive alla Regione per chiedere di modificare la regolamentazione delle strutture turistiche, in modo da consentire un’accoglienza più consona a questa forma innovativa di turismo. Già dallo scorso luglio Monteriggioni ha inaugurato una struttura ricettiva nel borgo medievale di Strove ristrutturando un immobile comunale, accanto ad una piccola cooperativa locale che gestisce un bar-emporio. Lo scopo è quello di promuovere la Via Francigena ed il turismo “lento” ed escursionistico. Il sindaco di Monteriggioni ha preso carta e penna ed ha scritto alla Regione Toscana, sia all’Assessorato al Turismo che ai consiglieri, chiedendo di favorire la realizzazione di strutture a basso costo che possano ospitare una categoria di turisti in prospettiva sempre più numerosa. Pertanto la richiesta è di introdurre modifiche alla attuale disciplina prevedendo l’ istituzione di una nuova tipologia come ad es. “rifugi per pellegrini”, da aggiungere alle “strutture ricettive extra-alberghiere per l’ospitalità collettiva”. Per tali tipologie non dovrebbe essere prevista la disposizione dell’obbligo di essere iscritti alle associazioni che gestiscono le strutture ricettive.

Convegno: la Via Francigena oggi

Venerdì 25 Novembre a San Miniato (PI) si terrà un Convegno intitolato "La Via Francigena oggi. Spiritualità, tradizione, promozione" promosso dalla Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) e San Miniato Turismo-Associazione degli operatori del turismo di San Miniato. Leggi il programma completo del convegno.

Segui i videoracconti e i consigli del CamminaFrancigena 2011 su www.francigenalazio.it e iscriviti al Gruppo su Facebook "Via Francigena nel Lazio" per condividere foto e informazioni relative al tratto laziale della Via Francigena.
 
Iscriviti a "CamminaFrancigena", per tenerti informato sulle novità del grande itinerario culturale!


Il Movimento Lento nei social network

Unisciti alla nostra community di Facebook, vieni a trovarci e scrivi sulla Bacheca del Movimento Lento i tuoi commenti.
Mettiamo a disposizione di tutti gli amanti del viaggio a piedi e in bicicletta un luogo dove conoscersi e raccontare le proprie esperienze.   

Diventa nostro amico anche su Twitter !!!

Visita il nostro sito www.movimentolento.it per leggere altre notizie, articoli e itinerari per chi viaggia con lentezza. 


itinerAria - Slow Tech

 
 
La newsletter è curata dall'Associazione Il Movimento Lento,
per divulgare il viaggio a piedi e in bicicletta.
La newsletter esce senza periodicità, è gratuita
e riservata agli iscritti alla mailing list del Movimento Lento. .