Movimento Lento Network

Analisi del mercato del cicloturismo tedesco

Analisi del mercato del cicloturismo tedesco

I cicloturisti tedeschi cercano mete in Italia, scelgono la destinazione tramite App e viaggiano sempre più spesso con la e-bike: queste alcune tra le conclusioni dell’analisi che Roberta Ferraris ha svolto sul report 2022 dell’ADFC

ADFC, Allgemeiner Deutscher Fahrrad-Club, l’associazione ciclistica che conta oltre 200.000 soci in Germania, ogni anno realizza un’analisi molto interessante e completa sulle scelte dei cicloviaggiatori tedeschi, che può essere utile per orìentare le scelte degli operatori turistici che vogliono attrarre il pubblico internazionale.

Se nel 2020 la pandemia aveva scoraggiato i viaggi, e soprattutto quelli all’estero, nel 2021 le persone che in Germania hanno scelto una vacanza in bicicletta sono state circa 4 milioni, dato in ripresa rispetto al 2020, ma ancora lontano dai 5,5 milioni di cicloviaggiatori del 2018. Di questi il 40% sono donne e l’età media è di 53 anni: il gruppo più numeroso è infatti quello compreso tra i 45 e i 64 anni (circa 50% degli intervistati), però cresce anche la successiva classe (25-44 anni), che passa dal 21 al 24,6%. Il turista in bici tedesco viaggia prevalentemente in coppia (56%).

Il 22% dei cicloturisti tedeschi ha scelto di trascorrere le vacanze in bicicletta in paesi esteri: parliamo di circa 900.000 persone, e sono circa 300.000 i viaggiatori che hanno scelto l’Italia, che è al secondo posto tra le mete preferite, dopo l’Austria. 

Quando si indaga sulle motivazioni della scelta di un viaggio in bici, al primo posto, con oltre 80% di risposte, la possibilità di conoscere meglio i luoghi e le persone che li abitano, a cui seguono il desiderio di una vacanza attiva e la consapevolezza della maggiore sostenibilità ambientale. Meno del 15% degli intervistati dichiara di aver scelto un viaggio in bici perché più economico. La scelta della ricettività cade soprattutto sugli alberghi (60,8%), scelti sempre più in base ai servizi dedicati per il ciclista. Il tipo di viaggio più popolare è quello itinerante, della durata da quattro a sette giorni (59,7%).

Tra i dati più interessanti c’è senz’altro quello che riguarda la scelta e l’organizzazione del viaggio: il cicloviaggiatore tedesco sceglie il viaggio navigando su Internet (82,1%), tramite il passaparola (43,8) e utilizzando le app con banche dati di itinerari (41,4%, contro il 35% del rapporto 2020). Il ricorso alle app diventa fondamentale poi durante il viaggio: oltre il 60% degli intervistati le usa, anche se la segnaletica rimane uno strumento irrinunciabile per il 75% dei viaggiatori.

Continua a crescere, infine, il numero di persone che sceglie la e-bike, che passa dal 18% del 2017, al 42% del 2021. La pedalata assistita ha avvicinato al viaggio in bici un pubblico nuovo e sempre più vasto.

Conclusioni

Quali sono le principali conclusioni che i responsabili di una destinazione turistica possono trarre da questa analisi?

  1. la Germania si conferma il principale mercato europeo per le destinazioni che puntano sul cicloturismo;
  2. per raggiungere i cicloturisti tedeschi è importante puntare su una buona presenza sul web, in particolare sulle piattaforme con App per smartphone preferite dal pubblico tedesco (Outdooractive e Komoot);
  3. è fondamentale pubblicare sulle piattaforme con App una buona scelta di itinerari di vari livelli di difficoltà, perché le App vengono utilizzate non solo per orientarsi lungo gli itinerari, ma anche per scegliere la destinazione;
  4. è importante puntare su itinerari e servizi dedicati alle e-bike, perché sono sempre più diffuse tra il pubblico tedesco. 

Hai bisogno di progettare e tracciare nuovi itinerari, e costruire un’offerta cicloturistica adeguata al pubblico internazionale nella tua destinazione? 

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

LEGGI ANCHE

Smart Walking
Progetti in Movimento Lento
Davide Fiz

Smart Walking

È nata una nuova collaborazione del Movimento Lento con Davide Fiz ideatore del progetto Smart Walking. La prima edizione è iniziata a marzo 2022 ed

Leggi Tutto
× Come posso aiutarti?